Arriva la quarta edizione dell’Inconsapevole Day

Matteo Caldari 28 aprile 2012 0
Causa maltempo la serata si svolgerà nel tunnel di Fortezza Nuova (LI).
Nell’ambito di Fortezza Dal Basso 2012:

INCONSAPEVOLE DAY IV
Lunedì 30 Aprile 2012

dalle ore 21.30

BOB LUTI, NIKI LA ROSA e MASSIMO GEMINI

VERILY SO

SEED’N’FEED unplugged

Inoltre verrà proiettato in anteprima il nuovo videoclip dei ONE NIGHT STAND “How to found a multinational in 33 years”

SEED’N’FEED
I Seed’n’feed nascono nel 1994 a Viareggio, dal 95 al 96 una serie di demo, poi la registrazione di due singoli “Take a position”/”I’m not gonna drink your wine again” che usciranno per Point Break Records di Milano sotto forma di split 7′ con i Welch. In seguito Take a position viene inserita sulla compilation “We bastard motherfuckers!!” vol.2 con Linea 77, Negative pole etc. prodotta dall’etichetta dei Kina, Blu Bus Rec. di Aosta. Nel 1997 la registrazione ai Malibù Studios di Milano del primo disco ufficiale della band “Here we are” per Point Break Rec., mixato ai West Link Studios di Pisa: 12 tracce di punkrock melodico veloce e sanguigno. Nel 1998 i Seed’n’feed partecipano con due nuovi pezzi “Once closed/Too late to mend it”, sempre registrati alla West Link, a diverse compilation anche straniere come “Under the Volcano” su Motherbox Rec. (New York), “Seminale” su Barriera Corallina e alla fortunata compilation “Bad generation” prodotta dalla Point Break. Nel 2000 vede la luce il secondo disco della band “…and the bees stole the honey” ancora per Point Break in collaborazione con Agitato Records: disco che vedrà la band impegnata con le prime canzoni scritte in lingua madre come “Soffio di quiete” e “Prima che sia troppo tardi”. Nel 2002/2003 il gruppo registra altre 17 canzoni ai West Link Studios di cui solo 4 verranno utilizzate per lo split ep con i 7Years, un disco mancato i cui brani verranno resi disponibili nella raccolta “10 years of faith, luck & disgrace” scaricabile gratuitamente dal sito della band e che comprenderà anche una versione di “Sick of it all” cantata dall’amico Popeye dei Farside. Sempre nel 2003 esce il fortunato “Modulo 25″, disco interamente in italiano, inizialmente su Agitato Records, poi ristampato da Inconsapevole Records, neonata etichetta fondata da membri della band stessa. Il singolo “Satelliti” rimarrà nella classifica di RockFM per settimane. Nel frattempo la band si vede impegnata in diversi tour all’estero che toccheranno Germania, Austria, Svizzera, Slovenia, Olanda, Belgio e Danimarca, a condividere il palco con band quali Undeclinable, Samiam, Mondo Generator, H2O ecc. Nel 2006 l’uscita del quarto full-lenght della band toscana “Conciencia-resist” su Inconsapevole Records, un ritorno all’inglese e alle radici più hardcore. Intanto la band comincia un rapporto di endorsment e collaborazione con Quiksilver che li porterà a suonare per tutta Italia con le serate a tema denominate Quiksessions: il brano “Rosso arancio” farà parte della compilation firmata Quiksilver. Nel 2008 la band entra di nuovo negli studi della Westlink per registrare 7 nuovi brani prodotti da Ale “Ovi” Sportelli che finiranno nell’ep a edizione limitata “Lungo la strada”. I quattro brani in italiano verranno ripresi e inseriti nello split ep con i Blake che uscirà nel 2010 per Inconsapevole Records. Nel frattempo la band pubblica sul web il “Best Of” scaricabile gratuitamente dal sito e nell’Aprile 2011 registra 20 nuovi brani, mixati all’El-Sop Studio, alcuni dei quali sono resi disponibili nel primo volume delle “Acoustic Sessions”. Il resto delle canzoni fa parte del nuovo disco uscito a Dicembre 2011, “Una lunga notte”.
www.seednfeed.it

VERILY SO
Durante gli ultimi giorni dell’ estate 2009, Simone (ex membro di Dust Fuzz,Desing) e Marialaura formano il primo nucleo del progetto. Girano la Toscana in acustico per tutto il 2010, due voci e due chitarre: palchi, bar, mostre, pub, case, prati, strade e chiese sconsacrate sono solo alcune delle location delle loro esibizioni. Durante questo periodo scrivono le prime canzoni originali, che vanno a comporre il loro demo d’ esordio ”Just a Demo” 2010, ben recensito da RockIt. Alla fine dell’ estate 2010 realizzano il loro primo video DIY: ”When I end and you start”, che grazie al passaparola macina 5000 visualizzazioni su YouTube. Il brano del loro secondo video DIY, ”15 years” viene scelto da Birra Peroni per la colonna sonora dello spot della campagna web ”Peroni: Per Noi”. Alla fine del 2010 si aggiunge Luca (membro di Maraiton, Medea, Mugatu) al basso e i Verily So diventano una Band. Con questa formazione compongono e registrano i brani del loro primo album, ”Verily So”, supportati da Inconsapevole Records. Il sound evolve: elementi folk acustici lasciano il passo ad atmosfere shoegaze e richiami wave, ma la vena intimista e nostalgica delle prime composizioni rimane intatta. L’album ha un grande successo tra le webzine e le riviste di settore, che lo adottano e lo recensiscono positivamente. Alcuni pezzi finiscono in compilation (Shiver, Penguins love to rock) e diventa disco della settimana su Rockit. Intanto registrano la cover di “Idioteque” dei Radiohead per il download gratuito sul loro Bandcamp. Arrivano le prime date (aprono per i Pinback nel loro primo tour europeo) e le prime collaborazioni. Alla fine del 2011 l’album “Verily So” viene inserito in molte classifiche di fine anno, come miglior album, miglior esordio e migliore copertina. Durante questo periodo registrano uno split di 4 pezzi con i Girless and the Orphan allo Stop Studio di Rimini, “Everyday is a D-day”, in uscita a febbraio 2012. Il 23 gennaio 2012 esce, in esclusiva per Rockit, il primo video ufficiale, “Summer 89″, diretto da Simone Addis e montato da Antonio Canestri. Una band che suona musica melodica sgangherata col cuore. Nient’altro da aggiungere.

Web: www.verilyso.org

WWW.INCONSAPEVOLERECORDS.COM

 

Lascia un commento »