Amaranto, servirà davvero un miracolo…

jaivannucci 7 maggio 2012 0

Aldo Spinelli, ancora un allenatore esonerato in questa drammatica stagione

 

Proprio mentre mi accingevo a scrivere questo articolo, come per uno strano scherzo del destino, è arrivata un’ ultim’ora da Sky Sport : il presidente Spinelli ha esonerato Armando Madonna,  affidando la guida tecnica del Livorno ad Attilio Perotti ( uomo di fiducia del patron genovese) .

Su questa scelta possono essere fatte molte considerazioni, è innegabile che questa squadra nelle ultime gare abbia dimostrato di essere completamente sgonfia e priva di quel mordente necessario per centrare il traguardo salvezza; dall’altro lato è difficile stabilire in che quantità questo sia responsabilità dell’ allenatore bergamasco, visto che purtroppo la materia prima a sua disposizione è quella che è…

Inoltre va considerato che Perotti, seppur rimanendo sempre nel mondo del calcio come dirigente (  in particolare proprio a Livorno ), non siede su una panchina da diversi anni e di certo questa non è la situazione migliore per tornare a farlo. Infatti, dopo la sconfitta di ieri a Verona, attualmente gli amaranto andrebbero ai playout assieme al Vicenza e purtroppo, guardando anche il nostro calendario, appare veramente difficile riuscire a salvarsi senza passare dal temibile spareggio.

La sconfitta di ieri a Verona ha visto gli amaranto soccombere a 10 minuti dalla fine dopo essere riusciti a difendersi con ordine per tutta la partita e dopo che Bardi aveva parato un rigore nel primo tempo a Berrettoni, rigore peraltro concesso molto generosamente dal direttore di gara. Lo stesso portierino amaranto però ha grosse responsabilità sul goal che ha condannato i nostri ragazzi :  infatti la punizione calciata dal francese Lepiller era piuttosto centrale e prevedibile, probabilmente c’è stato quindi anche un errore nel posizionamento della barriera.

Ma l’aspetto ancora una volta più disarmante è il fatto di non essere riusciti a tirare nello specchio della porta neanche in una occasione, a testimonianza di una sterilità offensiva che sembra essere ormai diventata consuetudine in questa stagione. Inoltre neppure il ritorno di capitan Luci ha messo ordine in un centrocampo completamente privo di iniziativa e qualità, quest’ultima purtroppo non si compra al supermercato : si possiede oppure no ed in questo Livorno manca un po’ in tutti i reparti.

Adesso dobbiamo stringerci tutti attorno a questa squadra, sapendo che sarà durissima ma che comunque niente è ancora scritto e ci sono ancora molti punti in palio. Sabato prossimo altra sfida proibitiva all’ Armando Picchi contro i neroverdi del Sassuolo, squadra che sta viaggiando a ritmi altissimi ed intenzionata a raggiungere la promozione diretta in Serie A.

Speriamo quindi che il cambio di allenatore deciso da Spinelli riesca a dare quelle motivazioni in più ai nostri ragazzi per riuscire in quest’impresa, servirà certamente una prova di grande carattere e attenzione difensiva, senza dimenticarsi però che per provare a vincere si deve anche tirare in porta….

FORZA AMARANTO !!

Jai Vannucci

Lascia un commento »