“Il ciclo del Cibo e la salvaguardia della Terra. Agri-Culture in azione”, continuano gli incontri dell’Anpi per “Ma che Italia abbiamo noi?”

Silvia Trovato 4 febbraio 2014 0
Gianluca La Bruna

Gianluca La Bruna

Continuano le iniziative dell’ANPI di Rosignano Solvay, sezione Mario Tarchi, per il ciclo di incontri e dibattiti di “Ma che Italia abbiamo noi?”. Il progetto organizzato dall’Anpi è un laboratorio di riflessione politica e sociale sull’Italia, un’occasione di condivisione e approfondimento, cercando di rispondere alla domanda: «Cosa ne abbiamo fatto in questi 70 anni della libertà riconquistata?». I temi sono eterogenei e vanno dalla Resistenza ai diritti civili, dal mondo dell’informazione all’associazionismo, dall’ambiente allo sviluppo sostenibile e sono in continua evoluzione per i prossimi mesi.

Venerdì 7 febbraio, alle ore 17, presso la Sala del Mercato in Piazza del Mercato a Rosignano Solvay, si terrà un incontro intitolato “Il ciclo del Cibo e la salvaguardia della Terra. Agri-Culture in azione” con Primiana Leonardini Pieri e Raffaella Nencioni. L’incontro si concentrerà sui temi dello sviluppo sostenibile, dell’agricoltura naturale e del cibo, dell’autoproduzione e della cultura dello scambio.

Primiana Leonardini Pieri, coltivatrice naturale, socia dell’Accademia Italiana di Permacultura, è impegnata da quindici anni nella costruzione di un organismo rurale ispirato alla filosofia dell’agricoltura naturale, alla decrescita, all’autoproduzione e alla pratica della cultura conviviale. La sua azienda agricola “Le Macchie” a Castellina M.ma è un punto di riferimento e un laboratorio territoriale attivo nel promuovere e divulgare queste pratiche. Raffaella Nencioni, attiva nella onlus “Per Madre Terra”, è un’orticoltrice da più di quattordici anni. Il suo percorso parte dalla ricerca personale e dalla messa in pratica dei principi dell’agricoltura biologica e biodinamica, per poi approfondire l’agricoltura naturale di Fukuoka, la sinergica e la Permacultura. Al centro del suo percorso interiore e di apprendimento c’è la ricerca su uno stile di vita sostenibile, basato sull’autoproduzione, sulla cultura dello scambio e della convivialità, sulla condivisione di esperienze e pratiche.

Per rimanere aggiornati sulle numerose iniziative di “Ma che Italia abbiamo noi?” potete visitare l’omonima pagina facebook.

(Foto di Gianluca La Bruna)

Lascia un commento »