IL MERCATO DELLA FRUTTA #3

cristiano chelini 19 giugno 2012 0

PUNTATA 3

Al nostro mercato della frutta  i presidenti stanno gironzolando, guardano la bellezza della frutta esotica, sono attratti dai colori lucenti delle pesche più succose, ma intanto chiedono il prezzo delle mele, e sperano che il banco adiacente le faccia  prezzi migliori. Nella settimana che ha visto Thiago Silva rimanere al Milan, la Juve dominare la sessione estiva del mercato e l’Italia ottenere il passaggio del turno ai quarti di finale degli Europei, la situazione del mercato è più o meno quella descritta. Il Milan si tiene stretto il suo Campione più importante, decide di non fare cassa e nello stesso momento che prende questa decisione sa che il suo mercato è appena concluso, salvo scontatissime albicocche a fine agosto. L’inter continua ad essere sulle tracce di tutti, ma non ottiene le firme di nessuno. Forse venduti Ranocchia e  Maicon inizierà il suo mercato, ma per il momento si cerca il mercante disposto a monetizzare il valore dei due difensori nerazzuri. Il Napoli appena ufficializzerà la cessione di Lavezzi avrà un bel gruzzoletto da investire, magari non in papaye e mango, ma chissà che qualche buon kiwi di qualità non possa arrivare nei pressi del Vesuvio.  Un amico partenopeo ci lancia un’ indiscrezione importante, De Laurentis si sta innamorando dei riccioli di Alino Diamanti, potrebbe esser lui l’erede del Pocho sempre che non si decida di puntare seriamente sul mago Insigne, talento pazzesco, e speriamo, futuro fenomeno della nazionale azzurra. Zeman visiona in qua e la talenti dell’est e del sud america, qualcosa si farà, con calma, senza esagerare. Fiorentina, Lazio, Udinese e altre semi grandi sostanzialmente ferme. L’unico ad aggirarsi vestito di raso e lustrini è il signor Marotta che continua a spendere e spandere. Presi Isla e Asamoah (36 mln in due anni), praticamente fermato Verratti e con il bottino pronto per l’attaccante di rilievo, si permette pure di andar a trattare le piccole mele degli altri, Acerbi e Giovinco, mentre sceglie le papaye migliori, scarta con disinvoltura merce che gli altri già invidierebbero e deride con sguardo sprezzante chi guarda il costo delle mele e si volta verso un altro banco, sperando facciano prezzi migliori.

Da dove spuntino tutti questi milioni non si sa, lo stadio non può esser il solo motivo, sicuramente la dirigenza ha dato il via ad una importante ricapitalizzazione che da 3anni a questa parte ha permesso a Marotta di dar via a importanti campagne acquisti, ma mai come quest’anno si era vista una Juve padrona del mercato.

Nel frattempo i nomi caldi all’esteso sono tanti: Lavezzi, Witsel, Drogba, Van Persie, Kaka, ma state tranquilli, non ci riguarderanno. Qua siamo al mercato della frutta, guardiamo le mele e speriamo che abbassino il loro prezzo, un signore vestito di raso si permette di comprare delle buone papaye, per i milioni quelli veri, riguardare le pagine della Gazzetta di qualche anno fa, quelle di questi giorni vi intristirebbero.

 

Cristiano Chelini

Lascia un commento »