IL MERCATO DELLA FRUTTA # 6

cristiano chelini 20 luglio 2012 0

La nostra pagina di calciomercato questa settimana non può che esser dedicata al Milan. La settimana delle altre compagini nazionali si è rivelata tutto sommato tranquilla. La Juve è una squadra ben formata e si concentra con la serenità di chi sa di essere la più forte nella ricerca del famoso attaccante di spessore, i  nomi caldi Van Persie e Jovetic non possono che rendere felici i tifosi zebrati. L’Inter talvolta criticata e accusata di immobilismo ha fatto suoi tre fuoriclasse come Silvestre, Handanovic e Palacio, logico aspettarsi qualcosa in difesa e centrocampo,  stanno intraprendendo la strada di un mercato oculato, ma ben fatto, complimenti. Il Napoli ha iniziato a stropicciarsi gli occhi per i lampi di classe di Insigne e ha fermato due giocatori concreti, che non faranno fare il salto di qualità ma puntelleranno una rosa già comunque competitiva: Behrami e Gamberini. La Roma è vicinissima a Destro, raro giocatore di area di rigore, attaccante che son sicuro con Zeman diventerà bomber da 20 gol a campionato. Udinese e Lazio piuttosto statiche, tra nomi sconosciuti e possibili rivelazioni. Per le note amare andiamo verso la Milano rossonera.

 

L’amara Ville Lumiere ha sedotto a suon di milioncioni i campioni rossoneri e soprattutto i dirigenti del Diavolo. Thiago avrebbe voluto essere la bandiera del Milan, il bilancio non glielo ha permesso, Ibra per una volta sarebbe voluto rimanere in una squadra per più di due anni, i dirigenti non glielo hanno permesso. Per una dura legge del contrappasso per una volta è stato lui ad esser scaricato dagli altri, il mal di portafogli ha anticipato il mal di pancia e lo ha condotto a consolarsi con 15 milioni annui che siam sicuri potrà ben spendere sulle rive della Senna tra crepes alla nutella e caricature (ma nemmeno troppo) del suo nasone nei vicoli di Montmatre. Ciao Ibra con una stretta di mano, ciao Thiago con una lacrimuccia all’occhio. Si riparte….

 

Thiago non era Thiago quando arrivò al Milan, non lo erano ne Kaka, ne Sheva, gli ultimi amori della curva rossonera. Mercato economico strepitoso, ma adesso c’è bisogno di una serie di idee fenomenali che rendano il Milan quantomeno in grado di lottare per il terzo posto. Tre idee, una per ruolo: un buon difensore, un buon attaccante, un grande centrocampista. I nomi per la difesa e per l’attacco sono i soliti, nessuno di questi mi piace particolarmente, ne mi preoccupa molto. Nessuno sostituirà Ibra, ma la speranza è di vedere giocare con continuità Pato  ed El Sharaawii. Una prima punta andrà presa, ma spero si possa andare verso un nome non ingombrante, perché questi ragazzi hanno bisogno di spazio e rischiano di essere ancora bloccati dai grandi nomi più che dalle grandi capacità. Tra i vari Dzeko, Tevez, Damiao, io andrei al cinema, ma purtroppo una figurina Galliani la vorrà comprare per non sentirsi troppo in colpa. In difesa tra Rolando, Ogbonna e Tasci difficile dare fiducia a qualcuno, scelgano pure loro, per fortuna son convinto che Acerbi sia destinato ad essere il futuro della difesa del Milan e della nazionale Italiana. Centrocampo, centrocampo, centrocampo. Questa è la mia paura, nessuno parla dell’assenza totale di qualità a centrocampo. Se 20 Milioni si possono investire, che siano buttati qui, non per un fenomeno di 30 anni , ma per un giocatore importante, di 25- 26 anni che sia in grado di far la differenza e dare qualità. Tra i tanti meriti  dei dirigenti milanisti c’è quello di aver reso Thiago, Thiago, Kaka, Kaka, Sheva, Sheva, ed allora ecco cosa chiediamo. Di vedere dove gli altri raramente sanno vedere e di farlo nel ruolo che più ci serve, il centrocampo. “Tu chiamala se vuoi” lungimiranza.

 

I grandi acquisti non ci saranno, mettiamoci l’anima in pace, per divertirsi con le aste frenetiche e cariche di milioni i tifosi milanisti si mettano l’anima in pace, la data fissata è quella del 1 settembre per il Fantacalcio con gli amici….li fioccheranno i milioni. I bilanci ed il fair play finanziario non conteranno come foste in un mondo di sogni o semplicemente come indossaste un bel copricapo bianco arabo…. Adieu

 

Lascia un commento »