Max Gazzè al Viper: live-report

Rosalinda Trebbi 18 marzo 2013 0

mAX

Eclettico, enigmatico, divertente e con uno stile immediato e introspettivo allo stesso tempo.

Questi sono solo alcuni degli aggettivi che caratterizzano la personalità artistica di Max Gazzè, cantante-bassista-compositore capace di virtuosismi ed evoluzioni di qualità eccelsa.

Dopo la fortunata partecipazione alla 63° edizione del Festival di Sanremo, condotto di Fabio Fazio, con i brani “I tuoi maledettissimi impegni” e “Sotto casa”, scelti e selezionati da Mauro Pagani, e dopo l’uscita del nuovo album di inediti, Gazzè ha iniziato un tour europeo che giovedì 14 marzo lo ha visto esibirsi, nella prima tappa italiana, proprio al Viper di Firenze, dove si è registrato il tutto esaurito.

L’artista ha ripercorso i suoi successi più recenti collegandoli a brani del passato, radicati nella memoria dei suoi fan e non solo: non si può parlare di Max senza pensare a “La favola di Adamo ed Eva”, “Cara Valentina”, “ Il timido Ubriaco” o la più recente “Il solito sesso”, per non parlare delle innumerevoli collaborazioni di Max con artisti italiani e non (Paola turci, Carmen Consoli, Marina Rei, Franz di Cioccio, Stephan Eicher e lo stesso Stewart Copeland dei Police, solo per citarne alcuni).

Max Gazzè ha affascinato il pubblico fiorentino, toccando il cuore dei presenti con il suo stile unico e con una tecnica stilistica incommensurabile e avvolgente.

Ogni volta che ci si trova davanti ad artisti del suo calibro, vien da tirare un sospiro di sollievo rispetto al pensiero, SBAGLIATO, che la musica italiana sia finita.

visto il 14.03.2013 al Viper Theatre, Firenze

Lascia un commento »