XXXI Rassegna di Arte Moderna e Contemporanea promossa da Fidapa: la nostra recensione

Silvia Trovato 8 ottobre 2013 1

mostra Fidapa

(foto di Silvia Trovato su gentile concessione dell’organizzazione di Fidapa)

La XXXI edizione della Rassegna di Arte Moderna e Contemporanea presso i locali del Museo di Storia Naturale del Mediterraneo di Livorno è stata inaugurata il 5 ottobre e proseguirà fino al 12 presentando le opere di circa ottanta artisti. La mostra è stata organizzata dall’associazione senza scopo di lucro FIDAPA (Federazione Italiana Donne- Arti Professioni Affari) con la collaborazione della rivista Arte a Livorno e oltre confine curata da Alessandra Rontini, Direttrice artistica Fidapa Bpw Italy per la sezione di Livorno.

Fidapa è un’associazione senza scopi di lucro e un movimento di opinione indipendente che promuove le iniziative delle donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari. L’associazione si propone di incoraggiare la partecipazione sociale, amministrativa e politica sostenendo attività sociali e culturali e intessendo reti di collaborazione.

Il tema che unifica la grande varietà di opere presenti in questa mostra così eterogenea è infatti la comunicazione tra artisti del passato, del presente e del futuro, creando un percorso narrativo tra artisti conosciuti e nuovi talenti. Tra le opere in esposizione c’è infatti il quadro di Cinzia Mazzoni, che ha vinto la medaglia d’oro come giovane promessa artistica per il Premio Città di Livorno 2013; piccole barchette ricavate dalle pagine dei giornali galleggiano in un mare luminoso che lascia emergere la sua sensibilità da illustratrice per bambini, evocando un mondo tenue e fantastico di morbidezza e semplicità.

La mostra raccoglie opere astratte e figurative, sculture, ritratti e paesaggi. Ogni opera ha la sua voce, le narrazioni si sommano in materiali e tecniche multidimensionali.

Tra le sculture segnaliamo quella di Sàbo Scultrice, alias Sara Bonuccelli in marmo statuario bianco su una base di marmo nero Marquinia, dal titolo “Caligo Maris” che significa “trovare la luce nella nebbia del mare”. La scultura è lavorata in modo da esaltare le trasparenze della luce e ha una forma curvilinea e sinuosa che può essere un’ala, una mano che accoglie e ricerca, una vela che si tende. Sàbo ha progettato la scultura in modo che possa ruotare sulla sua base intercettando i riflessi di luce e rivelando le sue sapienti trasparenze. Chi la osserva la può toccare con le mani, sentendo il marmo e la sua lavorazione dinamica, entrando in un contatto comunicativo profondo con l’opera. Caligo Maris chiama a sé l’osservatore, si apre allo sguardo.

Molto interessanti anche il ritratto dai colori lucidi e brillanti che spicca dalla sua cornice giallo acceso di Lucia Introna e il ritratto di una bambina che dorme di Tatiana Busi che cattura un sonno che sembra di poter toccare con le mani. C’è spazio anche per la sperimentazione di diversi materiali come nel caso della composizione di Andrea Conti che ritrae Robert Smith unendo il testo di Lovesong a piccole installazioni di materiali tridimensionali; c’è anche il mare rappresentato con i suoi elementi più vivi da Massimo Stasi che con piccoli sassi e conchiglie crea un mosaico marino che oltrepassa i confini della tela con la particolare cornice ricavata da rami lavorati dal fluire saggio e paziente delle onde e dei venti.

La mostra proseguirà fino al 12 ottobre e tra gli eventi collaterali segnaliamo la conferenza in programma giovedì 10 ottobre “Quali nuove forme d’arte? Confrontiamoci con loro” con gli artisti Clet per la Street Art e Diego Magliani per il Body Painting a cura di Mauro Barbieri direttore della rivista “Arte a Livorno e oltre confine”. Gli orari di apertura al pubblico sono dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19 martedì, giovedì e sabato e dalle 9 alle 13 il mercoledì e il venerdì.

 

Silvia Trovato

Un commento »

  1. Daniela armani 8 febbraio 2014 alle 10:11 - Reply

    Comunicazione evento Fidapa Livorno martedì 11 febbraio 2014 ore 16,30. Circolo Ufficiali della M.M. “Esperienze di rete: una opportunità x le Associazioni” presenti Ass. Prov Livorno M.Mannucci. Vicepreside Consulta Volontariato M.Cosimi preste Consulta Associazioni Com.le F.Cateni Rep. Nazle Comm Progetti Fidapa M.Mazzelli Coordina Vicepreste Fidapa C.Palazzi segue Buffet offerto da Fidapa Livorno

Lascia un commento »