Grazie, mister Davide Nicola

Alessandro Paroli 13 gennaio 2014 0

amaranto-275x1601

Come molti sapranno, Davide Nicola non è più l’allenatore del Livorno. Il Presidentissimo Aldo Spinelli ha deciso che per dare una svolta, una scossa al campionato, quasi compromesso, degli amaranto ci volesse un cambio in panchina. Ovviamente Spinelli non ha fatto niente di nuovo; non ha inventato nulla. Succede sempre così: quando le cose vanno male, paga sempre l’allenatore.

In alcuni casi è l’unica soluzione possibile: spogliatoio spaccato, squadra che non segue più il suo mister, litigi con la società. A Livorno, però, a quanto pare niente di tutto ciò è successo. Anzi. La maggior parte degli addetti ai lavori sono concordi nel dire che la squadra era ed è compatta al fianco dell’allenatore piemontese, artefice l’anno passato di una cavalcata emozionante e di una promozione impensabile e improbabile per i più. Badate bene, con questo non intendo dire che Nicola dovesse essere un intoccabile solo perché era riuscito a riportare in serie A il Livorno; anche lui non è esente da piccole colpe (ma quale essere umano lo è??), soprattutto nell’ultimo periodo culminato con il tonfo interno contro il Parma.

C’è un però. Ed è un grosso però. Lo hanno detto in molti all’inizio del campionato, lo abbiamo ripetuto anche noi, vedendo le prime apparizioni del Livorno (sebbene fossero arrivati 8 punti in 5 partite): la squadra aveva e ha delle lacune e delle mancanze molto evidenti. Grinta e carattere non sono quasi mai mancati, grazie soprattutto a Davide Nicola, ma l’esperienza e la qualità per giocare in certi palcoscenici, contro certi avversari, quelle si, purtroppo. Nicola, già in estate, aveva cercato di mandare messaggi alla società, affinché la squadra venisse completata in ogni reparto (il Livorno tutt’ora non ha un esterno sinistro), ma le sue richieste sono cadute nel dimenticatoio. Ed ora, come era già stato ampiamente preventivato, l’ufficialità dell’esonero è arrivata.

Sarebbe stato bello e finalmente contro tendenza, se Spinelli avesse deciso di dare fiducia fino al termine di questa stagione a Nicola, ma è evidente che è molto più facile scaricare tutte le colpe nei confronti dell’allenatore. Io per quanto possa valere vorrei dire grazie ad un uomo come Davide Nicola, che ha fatto bene al Livorno. Che è arrivato in punta di piedi, senza proclami, ma con determinazione ha magistralmente guidato una buona squadra ad una promozione esaltante, emozionante, conquistata all’ultimo respiro, all’ultimo gol. Vorrei dire grazie a Davide Nicola perché ha riportato entusiasmo in città, voglia di tornare allo stadio, voglia di tifare. E questo, i livornesi non lo dimenticano. Grazie, mister!

Lascia un commento »