In anteprima esclusiva su Radiocage “Halibut Individuale” nuovo disco dei Super Trutux

Federico Paoli 28 gennaio 2015 0

10947616_10205814908112532_850845668_n

È l’ambiente a formarci. Il mondo che ci circonda con le sue mille sfaccettature, capace di modellare ogni individuo. È un viaggio nella mente umana il nuovo disco dei Super Trutux, prodotto da Drino Productions e Cssp Records e pronto ad uscire il prossimo 18 marzo. S’intitola “Halibut Individuale” e costituirà il secondo tassello della trilogia dell’Halibut, inaugurata nel 2013 con “Halibut Sociale” (Drino Productions / CSSP). Un mix tra musiche ipnotico-violente e voce narrante, che percorre le tappe di un viaggio interiore del protagonista. «Le situazioni ambientali che viviamo non sono solo in grado di influenzare i nostri comportamenti – spiega il gruppo, che ha approfondito, anche dal punto di vista scientifico, l’argomento – In certi casi, gli stimoli che l’ambiente ci manda possono essere così forti da modificare il funzionamento neurologico del nostro cervello. Le situazioni in grado di inviare stimoli del genere vengono definite Fasi Zero, ed hanno durata variabile. Il disco racconta la storia di quello che è successo nella mente di un uomo qualunque al termine della fase zero da lui vissuta”. Insieme ai Super Trutux, hanno partecipato alle registrazioni come guests: Carlame (batterista/songwriter for Skruigners e Laforcah), Antonio “Totonno” Nevone (cantante/chitarrista/songwriter for Duff), Bennez (batterista for Miotic), Andrea Gozzi (chitarrista for I Matti delle Giuncaie), Roberto Federighi (batterista della storica band new-wave Neon).

Ed ecco come si presentano i Super Trutux, questa è biografia che abbiamo preso dalla loro fanpage….

“I SUPER TRUTUX nacquero ufficialmente nel 1792 a Calgari, in Sardegna, vicino Cagliari (Canada).

La colpa fu del batterista Pintus (detto Sikk Dismal Drummer), del bassista Giro (detto Giro Polimeni) e del chitarrista Folsi (detto iil Folsi), tutti nati nel 1986 e quindi 194 anni dopo il gruppo da loro fondato, record questo rimasto imbattuto per diverso tempo.

Dopo 6 anni passati ad accordare i propri strumenti e allacciarsi le scarpe, i SUPER TRUTUX nel 2010 si riunirono in una stanza prove e in pochi giorni composero e registrarono il loro primo LP, intitolato HALIBUT SOCIALE. Tale perla della musica fu prodotta da Drino, proprietario della DRINO PRODUCTIONS e già produttore di band del calibro di PIXIES, KANE HC, LAGWAGON, MEGADETH.

Da quel momento in poi le cose si sono un po’ incasinate, quindi andiamo con ordine:
2010: Al termine delle riprese di HALIBUT SOCIALE il batterista Pintus impazisce totalmente. Il Folsi e Giro decidono di rimandare l’uscita del disco (che di fatto era già pronto) e di sospendere i concerti a tempo indeterminato.
2011: Drino, produttore ma anche amico di lunga data della band, viene arrestato per un racket di tessere piratate SKY SPORT sequestrate nel suo appartamento di Monaco di Baviera. A nulla vale la strategia difensiva basata sul dare la colpa a un altro a caso, e quindi viene condannato a 4 anni di domiciliari. La notizia sconvolge la band, che decide di tagliarsi i capelli come Charlie Sheen nel film “Major League”.
2012: Anno in cui non succede nulla. Il 24 agosto 2012 impazzisce anche il Folsi.
2013: Tra un ponch al mandarino e un altro si giunge così ad aprile 2013. Drino viene scarcerato, e i SUPER TRUTUX per festeggiare realizzano il video di HALIBUT SOCIALE (il disco registrato nel 2010). A luglio l’album viene anche fatto uscire ufficialmente, grazie all’aiuto della siciliana CSSP records (gestita da Daniele Venti degli HARRY FOTTER), che ne cura la promozione.
2014: Pintus dichiara di essere guarito dal suo sbrocco e per dimostrarlo si tatua su tutta la testa la copertina di un disco dei Soul Fly. Il Folsi scrive altre canzoni. Il bassista Giro, durante una intervista ad MTV avente come tema il futuro della band, annuncia che “i SUPER TRUTUX continueranno il loro naturale percorso evolutivo che li porterà alla trasformazione da gruppo musicale ad associazione culinaria slow food”. Staremo a vedere.

E infine, in anteprima per Radio Cage “Caos nel cervello”, la traccia numero 4 di Halibut Individuale.


CONTATTI GRUPPO:

Sito Ufficiale: http://www.supertrutux.altervista.org/

Facebook: http://www.facebook.com/SuperTrutux

YouTube: http://www.youtube.com/user/supertrutux

E-mail: supertrutux@hotmail.it

 

Lascia un commento »