Sabato 21 febbraio la prima edizione del Premio Giornalistico “Luciano De Majo”

Federico Paoli 18 febbraio 2015 0

luciano2015

Sono passati quattro anni dalla scomparsa di Luciano De Majo ma giorno dopo giorno cresce la voglia di ricordare questo giovane e bravissimo giornalista le cui caratteristiche umane e professionali rappresentano un esempio ed un prezioso punto di riferimento per l’oggi ma anche e soprattutto per il domani.

Ecco allora nascere a cura dell’Arci di Livorno il premio giornalistico dedicato proprio alla memoria di Luciano, un’iniziativa fortemente voluta dal comitato promotore composto da Valeria Cioni, moglie di Luciano, Marco Solimano, Alfio Baldi e Francesco Gazzetti.

La cerimonia di consegna dei riconoscimenti di questa prima edizione si svolgerà sabato 21 febbraio, dalle ore 17, presso il Nuovo Teatro delle Commedie a Livorno (via G.M. Terreni n° 5).

I premiati di questa prima edizione saranno:

Giulia Mancini collaboratrice de “Il Tirreno”
Maria Nudi giornalista de “La Nazione”
Antonello Riccelli giornalista di “Granducato TV”
Jacopo Storni giornalista del “Corriere Fiorentino” e di “Redattore Sociale”
Mauro Zucchelli giornalista de “Il Tirreno”

Le motivazioni dei riconoscimenti saranno lette durante la cerimonia di premiazione.

Arci Livorno, con la creazione del “Premio giornalistico Luciano De Majo” coglie l’occasione per riflettere, insieme, sull’attualità del pensiero di Luciano, sui temi a lui più cari, sulla profondità e la cura che ha sempre profuso nel suo impegno e nel suo lavoro.

All’iniziativa saranno presenti i familiari, gli amici ed i colleghi di Luciano.

Tra le testimonianze di appoggio e sostegno all’iniziativa da segnalare quella di Paolo Ciampi, presidente dell’Associazione Stampa Toscana, una cui rappresentanza sarà presente alla premiazione di sabato a Livorno.

Per chiudere una curiosità: durante la cerimonia di premiazione sul palco del Nuovo Teatro delle Commedie si esibirà anche la Banda musicale della SVS che, con l’esecuzione di alcuni brani, ricorderà la figura di questo brillante giornalista ed amico.

Lascia un commento »