Laboratorio “Musica Elettronica e Disabilità” lezione#4

Silvia Trovato 4 marzo 2015 0

  1. VideoMusicaLab4


Continuano le lezioni del laboratorio di “Musica Elettronica e Disabilità” a cura di Giovanisì Factory Livorno e Arci Solidarietà Livorno organizzato dagli One Eat One, con la loro esperienza nell’ambito della musica elettronica e della musicoterapia. I partecipanti del laboratorio sono molti e in vista della preparazione del concerto che concluderà il laboratorio al Nuovo Teatro delle Commedie, prosegue la ricerca sugli strumenti, sui ritmi e sui desideri espressivi dei partecipanti. Come vedete dal video e dalla galleria fotografica durante l’ultima lezione i partecipanti singolarmente e a piccoli gruppi, si sono misurati con tutte gli strumenti. Iniziamo a strutturare le prime linee melodiche, registrando ogni singolo passaggio, che dall’improvvisazione generi una prima struttura che sia possibile sviluppare. Antonio ha la passione delle percussioni e viene a lezione con le sue bacchette in tasca, mentre Lisa ama cantare e ha un forte senso del ritmo, come vedete dal video. La musica è un grande oggetto di studio nella disciplina della musicoterapia, un ambito sempre aperto nella ricerca degli studiosi. Michele Cheli, educatore e musicista e tra i fondatori degli One Eat One spiega «la musica ha una potenzialità immensa e ancora inesplorata; nell’ambito terapeutico interviene su qualsiasi tipo di disabilità a livello cognitivo ed emotivo -e aggiunge- la musica interviene con il rilassamento oppure stimola la fisicità, la corporeità nella danza, è uno strumento che può essere usato con grandi estensioni sperimentali». La musica quindi è un tema di studio fondamentale anche in ambito terapeutico «da alcuni degli ultimi studi sulle frequenze gli studiosi hanno rilevato che il nostro orecchio è più o meno sensibile a determinate stimolazioni; la differenza delle frequenze interviene con risultati eterogenei a seconda del tipo di disabilità». Continuate a seguirci qui e sulle piattaforme social di Radio Cage e Arci Livorno.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento »