La situazione giovanile a Livorno, il punto degli incontri svolti e progetti futuri.

Ismaele Perini 18 marzo 2015 0

arci 1

 Dal Novembre scorso, la vicesindaco con delega alle politiche giovanili Stella Sorgente, ha avviato una serie di incontri sistematici con la città, con l’intento di avviare un dibattito riguardo il futuro dei\delle giovani livornesi.  Lunedì 16 Marzo 2015 alle ore 12 presso la Sala Postconsiliare di palazzo comunale a Livorno, si è tenuta la conferenza stampa presieduta dalla stessa vicesindaco, con lo scopo di tracciare la strada fatta fin’ora e di parlare di nuovi progetti futuri.

Fino a questo momento, due assemblee del ricostruito “Tavolo giovani” hanno avuto luogo, con una buona partecipazione di associazioni, enti e della nuova componente formata dalle realtà giovanili rappresentative delle scuole superiori che partecipano : i\le rappresentanti di istituto e il coordinamento degli\delle studenti.Il nuovo “Tavolo giovani” si articolerà infatti in due filoni paralleli, da una parte l’associazionismo propriamente detto e dall’altro il tavolo dei cosi detti “Under 25”. Entrambi  hanno l’obiettivo di capire e provare a soddisfare quelle che sono le vere esigenze dei\delle giovani livornesi; e a tal fine,si riunirà in assemblee periodiche per procedere e integrare le nuove varie esigenze. Come affermato dalla stessa vicendico Sorgente, ad oggi il fondo per le “Politiche Giovanili” ammonta a diecimila euro, e le decisioni su come utilizzare e distribuire questa esigua cifra saranno prese direttamente dal “Tavolo Giovani”, il cui prossimo appuntamento è programmato per Giovedì 19 Marzo, nella sala della Circoscrizione 2 sugli Scali Finocchietti. Fra i nuovi progetti a cui il Comune di Livorno ha aderito in questo periodo, ce ne è uno molto importante sul “Divertimento giovanile notturno”,   messo in campo da un intesa fra la Regione Toscana,l’Anci Toscana e il CTCA (Coordinamento toscano comunità d’accoglienza), e completamente finanziato poichè già stato presentato e svolto in altri Comuni della Regione.

Il principale scopo del progetto è quello di trovare una sintesi tra le varie istanze del mondo urbano e notturno, cercando di andare verso una direzione della comunicazione, della sensibilizzazione e della mediazione, per quel che riguarda questa complessa realtà e per risolvere eventuali situazioni di conflittualità tra cittadini\e. Le zone di Livorno dove sono state individuate le principali criticità sono il quartiere di Venezia e la zona che gravita attorno Piazza Attias e Piazza Cavour. Questo progetto,  spiega Sorgente, può essere molto importante per la città di Livorno, in un ottica di condivisione e miglioramento, dati anche i positivi risultati ottenuti in altre importanti città europee, come Barcellona, Parigi e Lione dove progetti del genere sono già stati attivati. Ci sono inoltre una serie di altri importanti progetti su cui il Comune sta lavorando, che riguardano questioni molto gravi e da controllare, come l’uso di sostanze stupefacenti ed alcool, con la collaborazione dell’Asl e altre associazioni come la LilaP24. L’intervento in questo campo è fondamentale, dato che il problema dell’uso di sostanze stupefacenti ed anche psico attive, come l’alcool stesso, è molto diffuso in città in particolar modo  da parte delle giovani generazioni. L’idea è quella di affrontare il tema sia dentro che fuori le scuole, per ampliarne la ricerca di soluzioni alternative, magari anche coinvolgendo le famiglie e le diverse politiche giovanili cittadine. Tra le altre cose il progetto promuoverà il giusto uso dei social network.

Lascia un commento »