Isabella Staino, la mostra antologica.

Federico Bernini 23 marzo 2015 0

Sabato 21 marzo a Pisa, nella sede espositiva di San Michele agli Scalzi (SMS), Isabella Staino ha inaugurato la sua mostra antologica, 17 anni di opere che segnano il percorso artistico di Isabella, fiorentina di nascita ma livornese di adozione.

La mostra raccoglie in ordine cronologico 38 grandi tele e 40 dipinti su carta, una sezione della mostra è dedicata alle collaborazioni teatrali, con esposizione delle maschere realizzate per le compagnie teatrali Gogmagog Teatro, Effetto Collaterale, Pilar Ternera, Gaetano Ventriglia e sono esposti inoltre i dipinti creati per il disco “A vita bassa” del gruppo musicale Carneigra insieme alla cronistoria per immagini delle opere presentate al Festival “Hai paura del buio? 2013/2014” organizzato da Manuel Agnelli.

In questa antologica potrete vedere l’intera opera di Isabella suddivisa per capitoli e percorsi, apprezzandone l’evoluzione artistica dal 1998 ad oggi.

L’inaugurazione aveva in programma diversi eventi che hanno avuto il pregio di rendere non convenzionale l’apertura della mostra e hanno consentito al pubblico presente di poter vivere l’intero vernissage con curiosità e interesse. Numerose le persone presenti, tra queste alcuni ospiti d’eccezione del panorama artistico italiano come Piero Pelù e Sergio Staino.

Dall’accompagnamento sonoro, live, nei corridoi dell’SMS alla presentazione del libro di Tabucchi, edito da Vittoria Iguazu editora, all’improvvisazione di una performace nel grande chiosco dell’ex convento di San Michele agli Scalzi.

Le opere di Isabella ci raccontano un mondo intimo, ricco di dettagli, curioso, che sa essere quotidiano e non è cosi improbabile poter trovare elementi per immedesimarsi e riconoscersi in quella realtà. I colori densi e voluminosi sanno essere la vera pasta di quella vita che attraversa il dipinto e che alla fine, fortunatamente, ci lascia sempre con un interrogativo al quale sembra difficile dare una risposta.

È la presenza continua della figura femminile, che ci guarda, padrona, gentile e accogliente, degli spazi dipinti e che con cortesia ci consente di entrare, di camminare su quei pavimenti così ricchi di trame e dettagli, in quei corridoi e in quelle stanze dove la prospettiva si apre verso vie di fuga improbabili eppure così affascinanti. I quadri di Isabella sono delle continue tentazioni, piacevoli e avvolgenti.

La mostra sarà visitabile fino al 12 aprile nei seguenti orari Martedì-Venerdì 16-19, Sabato e Domenica 11-19 presso il Centro Espositivo Museale di San Michele agli Scalzi (SMS) sul Viale delle Piagge a Pisa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento »