“Papà mi presti i soldi che devo lavorare?”: incontro con l’autrice Alessia Bottone e le associazioni del territorio

Silvia Trovato 28 maggio 2015 0

GIOVANIS+¼FACTORYÈ in programma per sabato 6 giugno alle ore 18 presso la libreria Feltrinelli di Livorno l’evento della Giovanisì Factory Livorno che presenterà il libro di Alessia Bottone, “Papà mi presti i soldi che devo lavorare? – Avventure e disavventure di una precaria a tempo indeterminato” con un incontro con l’autrice partecipato dalle associazioni del territorio per parlare dei temi del lavoro giovanile, dal precariato alla ricerca dell’autonomia.
Tra le associazioni che parteciperanno all’incontro: Arci Livorno, Arci Solidarietà Livorno, Arci Piombino Elba Val di Cornia, Arci Bassa Val di Cecina, Associazione Don Nesi Corea, Friend-Li, Rete Studenti Medi, Cooperativa Itinera, Centro di Prossimità, Associazione Progetto Strada – Cantiere Giovani, Cgil Provincia di Livorno Dipartimento politiche giovanili, referente dello sportello mobile Giovanisì della provincia di Livorno.

L’incontro sarà seguito in streaming dal programma di Radio Cage “RadioLina” che avrà una postazione in diretta e sarà concluso da un aperitivo.

Il libro di Alessia Bottone è una sorta di manuale irriverente per confrontarsi con il precariato, una collezione di colloqui paradossali di lavoro, annunci bizzarri, cercando di immaginare dei consigli utili per districarsi nella giungla della precarietà, per riflettere, con ironia, sui cambiamenti del mondo del lavoro e della società, reagendo all’incertezza.
Alessia Bottone, classe 1985, ha una laurea in Scienze Politiche per la Pace e i Diritti Umani, ha pubblicato per un piccolo editore “Amore ai tempi dello stage. Manuale di sopravvivenza per coppie di precari”. Ha un canale youtube e un blog, Danordasudparliamone, che ha ricevuto molta attenzione dai media. Nel 2012 è stata opinionista a LA7. Scrive per “Vero salute”, “Verona InForma” e “Sportdi+”.

Arci Solidarietà Livorno è l’associazione capofila che insieme ai soggetti partner Arci Bassa Val di Cecina e Arci Piombino Elba Val di Cornia, ha vinto per la provincia di Livorno il bando sperimentale promosso dal progetto Giovanisì della Regione Toscana. Le Giovanisì Factory promuovono in modo innovativo e creativo il progetto della regione Toscana Giovanisì attraverso attività musicali, teatrali e partecipative.

Scarica la locandina

Giovanisì Factory Livorno
referente: Silvia Trovato
mail: factory.livorno@giovanisi.it
indirizzo: c/o Nuovo Polo Associativo, via G. M. Terreni 2 – 57122 Livorno
apertura del corner: martedì-giovedì, ore 9-14; mercoledì, ore 14-19

Giovanisì è il progetto della Regione Toscana per l’autonomia dei giovani partito a giugno 2011. E’ strutturato in 6 macroaree: Tirocini, Casa, Servizio civile, Fare impresa, Lavoro e Studio e Formazione. I destinatari diretti e indiretti sono i giovani dai 18 ai 40 anni. Da maggio 2014 le opportunità del progetto Giovanisì sono state affiancate dalla Garanzia Giovani. www.giovanisi.it

Le Giovanisì Factory sono contenitori di eventi e attività sul territorio che promuovono in modo originale, ricreativo e innovativo il progetto Giovanisì della Regione Toscana. Le Giovanisì Factory sono anche dei corners informativi sulle attività organizzate sul proprio territorio e sulle azioni del progetto regionale per l’autonomia dei giovani. www.giovanisi.it/giovanisi-factory

Lascia un commento »