Al via il 2 giugno la collettiva d’arte contemporanea “Cabotage – Connessioni tra mondi”

Silvia Trovato 31 maggio 2015 0

11169788_825203597548910_2505584910991481059_o

Martedì 2 giugno parte a Montescudaio, presso il Palazzo della Contessa (Via della Libertà 65), a partire dalle ore 17, la mostra collettiva “Cabotage – Connessioni tra mondi”, con un programma di iniziative che andranno avanti per tutto il mese di giugno. La mostra organizzata da Tittina Civile, con il patrocinio del comune di Montescudaio, riunirà artisti locali e internazionali, unendo tutte le dimensioni dell’arte, per raccontare la connessioni tra differenti mondi, con i linguaggi della pittura, della poesia, della musica, della fotografia e della scultura, in un luogo suggestivo. Laura BertoliniViola Barbara e Francesca Ricci, Beatrice De LaurentiisIsabella Staino, Alessandro Rovere, Ines Regunega, Elena Fernandez, Carlos Solorzano, Ennio Furiesi, Alessandro Gimelli. Tittina Civile racconta del tema del cabotage «L’artista può essere considerato come un ponte tra una realtà visibile e una realtà intima individuale che tocca spazi diversi da quelli che viviamo in modo automatico giorno dopo giorno. Un viaggio da una terra a un’altra, la visione generale e la percezione di uno, le verità condizionate e il sentimento puro, la parola e il silenzio, il movimento e la staticità di un eterno presente. Questi sono solo alcuni dei possibili argomenti che saranno esposti nella mostra tramite quadri, fotografie, poesie, installazioni, danze e anche videoproiezioni. Non ci sono limiti all’espressione artistica così come non ci poniamo limiti nel proporre la mostra in uno spazio diverso dal solito, uno spazio vissuto e carico di sensazioni e quotidianità fuori dal tempo moderno, usando interni ed esterni così come mostreremo universi intimi in stanze insolite». Tittina in questi mesi di preparazione ha radunato artisti che arrivano da Livorno, Pisa, Genova, Buenos Aires, Caracas e dalle Isole Canarie «La mostra vuole far conoscere gli artisti non solo alla comunità locale ma anche ai turisti che si avvicineranno, questo è nello spirito del “cabotage”, unendo differenti mondi». Presso lo spazio della mostra ci saranno anche due stand fissi dell’azienda vinicola “La Regola” e del panificio “I sapori di Toscana” con due serate di degustazioni, l’11 e il 25 giugno, a cura dell’enoteca “Bibere”: per la serata di inaugurazione la musica sarà a cura di Jeremias Cornejo e Federico Ciompi. La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 17 alle 21. Per rimanere aggiornati sull’elenco di iniziative che andranno avanti per tutto il mese di giugno: Facebook Artishere, Sito Artishere.

Lascia un commento »