“Poesie che si avverano”: la rubrica poetica di Radio Cage

Silvia Trovato 1 giugno 2015 0

 

Di Viola Barbara

Per festeggiare il primo lunedì del mese,
presento un altro super ospite,
una poetessa livornese
emigrata, un’amica,
un doppio,
un talento nascosto
dal verso
geografico, ritmico
evocativo.
Direttamente da Istanbul,
Giulia Ansaldo

Istanbul_Foto di Viola Barbara

Istanbul_Foto di Viola Barbara

Poesia fuori

Poesia fuori
Poesia ieri
Poesia senza calendario
Poesia non paga l’onorario
Poesia fuori
Di testa
Che il conteso non è rilassato
Uno scorpione si è appeso al dito
E un incendio è scoppiato
Proprio mentre i gerani
Si salvano
Dalle belledinotte
Belle anche quelle
Rosa
Come la polvere
Che colora le tende
E le unghie
Dopo aver colto dal gelso
Le more spremute
Mosto inebriante
Tra timo secco e elicriso
Dove tarantole imprigionate
Si liberano danzando
Che ammoniaca antropologica
Antistaminica punge
L’erba rasa col falcetto
Fino al ginocchio
Laboro antico e provetto
Fatica vana che ridà vita
Intanto il fuoco
Divampa tra gli aghi di pino
Raccolti a mano
Con un argentino
Che strano
Sorrido.

Contieniti.
Contenuto assente
Di parole
Vuote come le lattine raccolte
E messe da parte
Per mescolarsi alla terra
Magari
Fosse concime
Ma è solo
Pattume
Che ci sommergerà
Insieme ai boati
Che se non son terremoti
Son bombe gettate
Dal campo
D’esercizio dell’esercito
Armato che si prepara
All’assalto
Per la battaglia finale
Qui
Dall’altro lato del mare
Nostro
Che affoga e galleggia
L’isola divisa
Che bandiera non lega
Che isola gente già sola
Mentre
Poesia cola
E non consola
Il rosso del sole
Che cade di sbieco
Colorando la terra
Di pietra bianca
Biacca sporca sui muri
Poesia fuori porta
Dopo esser risorta dalle mani
Sapienti di un profilo cipriota
Che donano acqua sorgente
Che illude scorrendo
Fino alla fine del mondo
Ma anche quella
Finirà prima
Aperta la bocca
Bevendo lasciva
Senza brocca mi schiva
Poesia viva
A portata di mano
E sfuggente
Come mercurio d’argento
Come i pesci le reti
Voltata la schiena
Senza speranza di sorta
Passato
Ritorna
Poesia storta
Che scrivo
Straniera invano.

Giulia e Viola_ Foto di Sibillina

Giulia e Viola_ Foto di Sibillina

Lascia un commento »