“Mare Aperto”: al via la XXI edizione del Meeting Antirazzista di Cecina

Silvia Trovato 30 giugno 2015 0

M.I.A 2015

Dal 1 al 5 luglioMare Aperto‘, XXI edizione del Meeting Antirazzista di Cecina. Come ogni anno incontri, laboratori, dibattiti e concerti per dire ancora una volta no al razzismo. Tra i numerosi ospiti ci sono Erri De Luca, Wu Ming, Pan del Diavolo, Cecco e Cipo, Enrico Rossi e molti altri.

L’edizione 2015 del MIA prende il titolo di Mare Aperto.

La situazione del Mediterraneo diventa ogni giorno più critica. Se l’edizione dell’anno scorso invitava i popoli a stringersi in un ‘Abbraccio Mediterraneo’, nel 2015 si vuole evitare che il Mare che ha unito per millenni le culture che vi si affacciano diventi un’immensa barriera che chiude l’Europa in se stessa. Un Mare Aperto che ha contribuito al succedersi e al confondersi millenario dei popoli, alla creazione della civiltà euromediterranea.

Mare Aperto perché in mare aperto sono la società italiana e tutta la società europea, da decenni al centro di un processo sociale di trasformazione in cui si incrocia una molteplicità di culture.

Mare Aperto perché chiudere il Mediterraneo ha provocato tragedie e morte e ha trasformato il suo bacino in una immensa tomba di innocenti.

La fine dell’operazione Mare Nostrum e l’apertura delle nuove missioni condotte da Frontex seguono la chiusura della Fortezza Europa e la costruzione di nuove barriere; risposte miopi alle esigenze di salvezza e speranza di interi popoli, risposte che producono effetti opposti a quelli dichiarati: aumentare le risorse per avere più controlli e più mezzi per pattugliare le frontiere non fermerà le persone che vogliono partire per l’Europa.

L’Europa deve rispondere a questa sfida ritrovando le ragioni della propria civiltà, dando una risposta di pace, di convivenza e di democrazia. Di fronte alla nuova offensiva del razzismo e dell’intolleranza che incita la società italiana ed europea a chiudersi. Dobbiamo costruire un nuovo vocabolario capace di parlare nelle nostre città con l’alfabeto dei diritti e della solidarietà.

All’indirizzo http://www.mia-arci.it/ è in aggiornamento il programma.

Lascia un commento »