“Poesie che si avverano”: la rubrica poetica di Radio Cage

Silvia Trovato 6 luglio 2015 0

Di Viola Barbara

Foto di Sara Fasullo

Foto di Sara Fasullo

Per questo lunedì di luglio
una ballata che rinfreschi
tutti gli animi innamorati.
Tratta da una storia vera,
poesia che si avvera.

Luna-divina

Io che ho avuto
la fortuna di
salire e sostare
su un capello di
luna so
cosa significhi
non avere mai caldo.
Succede così
che nei giorni più afosi
dell’anno, la luna ascolti
le preghiere dei più
morti
di caldo
-come me molto pesante-
in assoluto e che
venga in aiuto
e scenda
centomila
capelli per chi ha più
caldo al mondo
-come un tempo, io-.
Ma donne
e uomini
sono milioni
solo pochi li
si vede lì, a penzoloni,
per i restanti solo patimento
caldo-caldo, tormento.
Io che ho avuto
la fortuna di
salire e sostare
su un capello di
luna so cosa
si veda dall’alto
si vede gente
di notte fuori casa
che cammina
con no-chalance
coi cani
gente
sbracata su
panchine sudate
a bere seduta
al tavolino
sperare che abbia
caldo anche il vicino
di posto sperare
che possa andare a fare
pipì al suo posto
in bagno non
vuole
andare
neanche parlare
se non del caldo:
quattro gradi
più di Bangkok
fa caldo
fosse che non fosse
così umido,
fa caldo.
Non riesco neanche più ad amare.
Questo è il caldo più…
Io che ho avuto
la fortuna di
salire e sostare
su un capello di
luna non so
cosa voglia dire
avere caldo,
perché non sono scesa in tempo.
Chi
riesce ad arrampicarsi
riceve in dono
un cappello
il fresco eterno
la temperatura lunare
quello che si prova
con lo sguardo
anche solo a guardare
luna mother.
Io invece ho visto
tutti gli altri
scendere
-rendersi conto dall’alto
che per trovare l’amore
bastava volgere il naso altrove-
e sono rimasta su più
del previsto
perché la luna,
a differenza di quello che si pensi,
è sempre piena
ciò che cambia
sono i capelli
lunghissimi neri
che a volte le coprono
un quarto di faccia,
a volte tutta.
E sono rimasta su più
del previsto
e da quel giorno,
sì sono rimasta
su più del previsto
per vedere la terra piccola dall’alto
e il mento della luna dal basso
luna piccina luna sempre più vicina
luna divina.
E da quel giorno?
Ho sempre freddo.
Anche a luglio.

Immagine tratta da Google Images

Immagine tratta da Google Images

Lascia un commento »