Le attività del Cesdi – Progetto Educare alla Cittadinanza Globale

Silvia Trovato 20 settembre 2017 0

 

Elaborato della 3BSU del Liceo Cecioni per il progetto di Arci Solidarietà Livorno, promosso dalla Regione Toscana, Educare alla Cittadinanza Globale

 

Il Cesdi, (Centro Educativo Servizio Donne Immigrate), nasce per accogliere le donne immigrate ma da
poco tempo accoglie anche gli uomini e tutte le persone che richiedono asilo politico.

Il Cesdi è un punto di riferimento per tutti gli immigrati residenti a Livorno da vari Paesi, in particolare da Perù, Ucraina, Russia, Romania e Marocco.

La maggior parte delle persone accolte ha oltre 18 anni e non va oltre i 65/70 anni.

Tra i maggiori limiti e problemi percepiti dalle persone accolte dal Cesdi ci sono innanzitutto l’orientamento con la burocrazia, le pratiche amministrative, le iscrizioni scolastiche.
Il Cesdi interviene proprio per intermediare e collaborare per l’integrazione degli immigrati nella nostra società.

I servizi che offre sono:
-corsi di italiano gratuiti;
-servizio dopo scuola per i bambini immigrati;
-convenzioni con enti pubblici e privati
-servizi di inserimento e mediazione presso i servizi educativi (0-6 anni);

I servizi educativi comprendono nido e materna (0-6 anni) ed elementari e medie (6-13 anni).

Per la fascia da 0 a 6 anni una mediatrice del Cesdi interviene per accompagnare l’inserimento del bambino a scuola, facendo da tramite con i genitori e traducendo il regolamento scolastico.

Dai 6 ai 13 anni invece ci si basa sul “Pep”, piano educativo personalizzato, che prevede l’accoglienza e l’alfabetizzazione degli alunni stranieri. A Livorno la gestione di questo processo è della scuola Benci.

Il Cesdi si occupa inoltre della mediazione con il consultorio, dove si possono trovare mediatrici di diversi Paesi e vengono stabiliti orari diversi per ogni comunità. Le mediatrici traducono ciò che psicologa e ginecologa riferiscono al paziente. Cesdi collabora anche per la mediazione tra utenti e ospedale.

Un’altro tipo di servizio del Cesdi è lo sportello Oltre Frontiera, aperto dalle 10.00 alle 13.00 con servizi orientativi, informatici e di consulenza per italiani e stranieri, richieste di rinnovo permessi di soggiorno, idoneità alloggiativa, traduzione di libretti del vaccino.

Infine Cesdi si occupa della mediazione all’interno del carcere, offrendo servizi per il detenuto è per la struttura stessa e accoglie volontari per servizi di pubblica assistenza.

Dal 2011 c’è stata un’emergenza di richiedenti asilo politico. Il Cesdi è stata la prima associazione ad essersi occupata della loro accoglienza e gestisce oggi due strutture di accoglienza.

Un altro fondamentale impegno del Cesdi è la battaglia contro la mutilazione genitale femminile, tramite molteplici campagna di informazione e attivismo.

 

 

Lascia un commento »